Come si prepara il migliaccio, il dolce napoletano di Carnevale

L’altro giorno ho fatto felice mia suocera. Le ho preparato il migliaccio, un dolce napoletano tipico di Carnevale (insieme al sanguinaccio di cioccolato). Glielo faceva sempre la sua mamma quando era bambina, mi ha detto, e non lo mangiava da allora. Vedere la sua faccia sorpresa e soddisfatta mi ha riempita di gioia! Il bello della cucina è questo: un piatto è capace di rievocare ricordi sommessi, di far tornare vividi nella mente bei momenti, può far commuovere, può regalare un po’ di piacere per la pancia, può fare emozionare. Ecco perché amo cucinare 🙂

Migliaccio napoletano
Il bello è che, la mia, è stata una scelta del tutto casuale: volevo festeggiare il Carnevale con qualche giorno di anticipo, visto che i miei suoceri erano ospiti a casa nostra, cercavo qualcosa di tipico e ho optato proprio per il migliaccio, questa torta fatta di semolino, tanto semplice quanto buona. A volte, basta davvero poco per far felice qualcuno.

Era tanto che vedevo girare in rete foto del migliaccio. È davvero facilissimo da preparare (si fa in solo 4 passaggi) e ha una particolarità: non ha farina. Ha un sapore semplice ma molto gradevole, ed è una torta fantastica anche per la merenda dei bambini (il rum non è necessario).

Ingredienti (per una tortiera da 22 cm):

  • 170 g di semolino
  • 250 g di ricotta
  • 500 g di latte
  • 250 di acqua
  • 3 uova
  • 30 g di burro
  • 280 g di zucchero
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • buccia grattugiata di mezza arancia
  • 1 stecca di vaniglia
  • 1 bicchierino di rum
  • 2 pizzichi di sale

Preparazione:

  1. In una pentola, mischiare acqua, latte, burro, 80g di zucchero, sale, i semi della stecca di vaniglia e mettere sul fuoco.
  2. Quando raggiunge il bollore, abbassare la fiamma e versare il semolino, sbattendo velocemente con una frusta in modo da non formare grumi. Amalgamare bene, togliere dal fuoco e far raffreddare.
  3. In una ciotola, mischiare insieme lo zucchero rimasto con le uova e il rum. Aggiungere la ricotta setacciata, la scorza di limone e arancia e amalgamare bene. Aggiungere infine la crema di semolino e fornare un composto omogeneo e che risulti piuttosto morbido.
  4. Versare il composto in una teglia imburrata e infarinata e cuocere in forno ventilato a 180° fino a che la superficie avrà un bel colore bruno. Far raffreddare e spolverizzare a piacere con un po’ di zucchero a velo.

Migliaccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *