Fagottini di pasta fillo ripieni di radicchio, mele e stracchino

Fagottini di pasta fillo ripieni1Avete mai usato le mele per cucinare piatti salati? Si possono creare combinazioni fantastiche, come nel caso di questi Fagottini di pasta fillo ripieni di radicchio, mele e stracchino! L’importante, però, è scegliere la mela adatta, perché ce ne sono di tante qualità. Io ho scelto la mela Fuji, che ho potuto conoscere meglio grazie a un bell’evento organizzato al Mercato comunale di Wagner a Milano da MelaPiù, consorzio di Ferrara.

Read More »

Gazpacho caprese facile e velocissimo

Gazpacho veloce-focusMettiamo subito le cose in chiaro: non è il gazpacho tradizionale. Lo chiamo gazpacho per via della similarità con la ricetta tipica spagnola, ma è tutt’altra cosa!
Però è un antipasto perfetto per chi ha bisogno di proporre qualcosa di velocissimo per aprire il pasto, gustoso e fresco. Ed è perfetto nelle giornate soleggiate, da servire fresco nei giorni caldi o a temperatura ambiente.

Read More »

Rillette di sgombro

Rillette di sgombroSono un’amante di tutto quel che è saporito e spalmabile e per questo ho molto amato il libro L’ora del paté da cui non smetto di trarre ispirazione. Le rillette non sono veri e propri paté ma preparazioni per recuperare gli avanzi di carne di bovino o suino fatti cuocere, con sale e pepe, fino allo sfaldamento nel loro grasso. Le versioni contemporanee sono numerosissime e si realizzano anche con pollo e pesci dalla carne compatta, come salmone, tonno e sgombro. Nel caso della carne magra, come quella di sgombro, il grasso di cottura viene sostituito da panna o formaggio cremoso.
La ricetta è molto semplice, gustosa e la vostra rillette si conserverà in frigo per 4-5 giorni.
Io ho adottato la versione con scorciatoia, usando i filetti di sgombro grigliati sott’olio di Rio Mare, ma vi riporto la ricetta con la cottura del pesce in court bouillon per completezza.
Trovate la ricetta originale sul blog Ale Only Kitchen.

Ingredienti (per due vasetti da ca 200 ml l’uno):

–  3 sgombri freschi o il peso equivalente di quelli sott’olio ben scolati
– 200 g di formaggio fresco spalmabile tipo robiola
– la scorza grattugiata di un limone
– 1 cucchiaio di capperi
– timo
– erba cipollina
– olio extravergine d’oliva
– 1 gambo di sedano
– 1 cipolla media
– 2 carote
– pepe nero in grani
– sale
– pepe

Preparazione: Pulite gli sgombri e lavateli bene sotto al getto dell’acqua corrente.
Preparate un court bouillon portando ad ebollizione l’acqua con sedano, carote, cipolla in pezzi e pepe in grani. Cuocete gli sgombri per 8-10 minuti poi spegnete il fuoco e lasciate intiepidire nell’acqua di cottura.
Lavate bene i capperi, sia che abbiate scelto quelli sotto sale o quelli sottaceto, poi strizzateli.
Sfilettate il pesce eliminando le lische, spine e pelle. Mettete i filetti in un mixer con poco olio e tritate grossolanamente. Aggiungete poi il formaggio, la scorza di limone e i capperi. Amalgamate con il mixer fino ad ottenere una consistenza più ruvida di quella del paté. Trasferite in una ciotola e poi aggiungete il timo fresco e l’erba cipollina tagliata con le forbici. Aggiustate sale e pepe e fate riposare in frigo per qualche ora.
Servite la vostra saporita rillette su pane tostato tiepido o in accompagnamento a un’insalata di pomodori.

Zucchine tonde ripiene al tonno

Per la loro forma le zucchine tonde sembra quasi che urlino “ti prego, fammi ripiena!”. L’altro giorno ho accolto il loro grido disperato 😉 e così per la prima volta mi sono cimentata nella farcitura di queste belle zucchine che ultimamente vedo spesso sulle bancarelle dei mercati.

Ho optato per una ricetta gustosa, con il tonno, ma light, da mangiare sia calda che fredda visto l’afa esplosa in questi giorni. Sono piaciute a tutta la famiglia, e ora che le ho scoperte credo che appena mi trasferirò nella mia nuova casetta (e nella mia nuova super cucina… abbiamo comprato un forno superpazzesco!! 😀 ) le preparerò a futuromarito (che forse allora sarà diventato marito :))) ) in tutte le salse.

 

Ingredienti (per 4 zucchine):

– 4 zucchine tonde
– 200g di ricotta
– 2 scatolette di tonno (io preferisco quello all’olio ma va bene anche naturale)
– 20 foglioline di menta
– pane grattugiato qb
– grana qb
– sale qb
– pepe qb

 

Preparazione: In una pentola capiente, piena d’acqua salata, far bollire le zucchine per 15 minuti circa. Scolarle, tagliare il cappello e, con un cucchiaino o con uno scovolino, togliere la polpa centrale e metterla da parte. Schiacchiare la polpa con una forchetta e eliminare l’eventuale acqua in eccesso. In un piatto, mettere a scolare le zucchine capovolte, in modo che perdano tutta l’acqua in eccesso.

Nel frattempo, tritare le foglioline di menta. In una ciotola, mischiare la ricotta con il tonno scolato del suo olio, il pepe, la menta, la polpa della zucchina, il sale se necessario e il grana. Aggiungete pane grattugiato fino ad ottenere una consistenza pastosa ma morbida e non eccessivamente bagnata.

Prendere le zucchine e riempirle con la crema ottenuta. Cospargere la superficie con il pane grattugiato in modo da farle dorare bene.

Infornare a 200°, forno ventilato, per 20 minuti.

Sformatini di carote e lenticchie rosse

Sformatini di carote e lenticchie rosseUno dei classici avanzi del bollito? La patata me la pappo schiacciata con il burro. Con il brodo ci faccio i ravioli in brodo o il risotto. Ma quel che proprio non riesco ad amare sono le carote e le cipolle bollite (e disfate). Visto che però a casa Ollister non si butta via proprio niente mi sono inventata un modo per riciclare anche carote&cipolle cotte. Perché la cucina è fatta anche di riuso (e di buonsenso!).
Quasi dimenticavo: salvate anche un po’ di brodo!

[Ovviamente se non avete un avanzo siete liberissimi di bollire appositamente le carote e la cipolla che servono in questa ricetta e di fare il brodo necessario con mezzo dado di verdure biologico]

Ingredienti (per tre porzioni):
– 2 grosse carote lessate
– 1 cipolla lessata
– 2 cucchiai da tavola di lenticchie rosse decorticate
– 250 ml di brodo
– 1 uovo intero + 1 albume
– 1 cucchiaino di maizena
– zenzero in polvere
– sale
-pepe

Preparazione: In una ciotola schiacciare con una forchetta le carote e la cipolla, aggiungendo sale, pepe e zenzero.
Scaldate in un pentolino il brodo e fatevi cuocere per 10 minuti le lenticchie rosse dopo averle sciacquate sotto l’acqua corrente. Una volta arrivato il momento di scolarle abbiate l’accortezza di tenere da parte 50 ml di brodo e di farlo raffreddare.
Aggiungete le lenticchie rosse alle carote e alla cipolla schiacchiate e passate il tutto al Minipimer per fare ottenere una crema densa. Sbattere l’uovo intero con un pizzico di sale  e incorporare alle verdure. Sciogliere nei 50 ml di brodo avanzato la maizena e aggiungere a sua volta.
Accendere il forno a 200°.
Montare a neve ben ferma l’albume e incorporare a cucchiaiate, mescolando molto delicatamente. Versare il contenuto nei pirottini e infornare per i primi 10 minuti a 200° e per gli ultimi 5 a 175° stando attenti a toglierli dal forno appena imbruniti.
Servire gonfi, caldissimi e ricoperti da una spolverata di pepe.

Budino al parmigiano con salsa al gorgonzola

Dal volume Gorgonzola My Love la nostra rielaborazione della ricetta di Massimilano Cacciapuoti del Ristorante La Corte di Milano.

budino-al-parmigiano-con-salsa-al-gorgonzola-L-x66dZj Ingredienti (per 2 persone):

– 50 g di parmigiano reggiano
– 50 g di gorgonzola piccante
– 150ml di panna da cucina
– 1 uovo intero
– 10g di maizena
– 1 cucchiaio da tavola  di pangrattato
– 2 zucchine
– burro qb
– sale e pepe qb

Preparazione: Portare a bollore 125 ml di panna con il sale e il pepe, una volta arrivata a bollore aggiungere il parmigiano reggiano e lavorare con una frusta fino a che non si sarò sciolto. Aggiungere la maizena sciolta in poca acqua fredda e lasciare cuocere un minuto senza smettere di lavorare con la frusta. Mettere in una ciotola capiente e lasciare raffreddare completamente. Aggiungere l’uovo e lavorare con una frusta elettrica.
Versare in due stampi monouso in ceramica da 8 cm e far cuocere a bagnomaria in forno statico a 180° per 40 minuti. Togliere dal forno in cui nel frattempo verrà  acceso il grill, cospargere la superficie del budino di pangrattato e aggiungere un ricciolo di burro e metter sotto al grill curando a vista per 7 minuti sul ripiano altro. Una volta imbrunito togliere dal forno.
Per la salsa sciogliere il gorgonzola a fuoco lento in 25 ml di panna lavorando con la frusta e poi passare al colino.
Per questa ricetta abbiamo usato del gorgonzola piccante da cui il colore – e il sapore – molto intenso della salsa. Se preferite, potete usare un gorgonzola dolce, più cremoso e delicato.
Abbiamo optato per accompagnare la salsa a lato del budino di parmigiano reggiano, ma se preferite potete versarla direttamente sopra.
Ideale con zucchine o radicchio rosso di Treviso  grigliati.

Da accompagnare con un bicchiere di Nebbiolo o di Barbera d’Alba.

Ringraziamo Igor, Consorzio Latterie Virgilio e Consorzio per la tutela del formaggio Gorgonzola DOP per l’idea e i prodotti utilizzati.

Gnocco fritto tricolore

Un’altra ricetta che potrebbe andare bene per il vostro pranzo di Natale?? Ma sì, dai! Questa volta però puntiamo sulla tradizione aggiungendoci un tocco di originalità, per non scadere sempre nella banalità di un piatto già visto senza però scalzare la bontà di sempre. Oggi andiamo di Gnocco fritto tricolore, una ricetta inventata da noi che può andare bene sia come primo che come ricco antipasto, più difficile a dirsi che a farsi, fatta di prodotti sani e genuini e arricchita dal Prosciutto crudo di Parma Ferrarini!…

Read More »