La frutta sciroppata per l’inverno

Quando si dice tempo pazzerello… quest’anno frutta e verdura ci sono maturate tutte in ritardo. E così ci siamo trovati con un sacco di percoche e pomodori tutti insieme. Mentre i pomodori sono fenomenali, saporitissimi e perfetti anche senza un filo d’olio e di sale, le percoche non sono un granchè. Tantissime, ma non saporitissime come gli altri anni (senza dubbio nemmeno paragonabili a quelle del supermercato ma abbiamo avuto di meglio). Il raccolto è stato abbondante, e così abbiamo deciso di metterle sotto sciroppo (diventano anche più dolci, ovviamente). In questo modo si conserveranno per qualche mese e anche in autunno potremo goderci le nostre percoche e, perché no, utilizzarle per farci una bella torta 🙂 Lo stesso procedimento, si può fare anche con le pesche, quindi se ne avete provate!

 

Frutta sciroppataIngredienti (per 10 percoche circa):

– 10 percoche
– acqua
– 600g di zucchero
– contenitori di vetro

Preparazione: Riempire una pentola grande, in grado di contenere tutte le percoche, di acqua, e portare l’acqua ad ebollizione. Spegnere l’acqua e immergervi la frutta per circa 3 minuti. Togliere le percoche dall’acqua aiutandosi con una schiumarola e farle intiepidire in uno scolapasta.

Togliere la buccia, tagliarle a metà, togliere il nocciolo e metterle in un vasetto di vetro precedentemente sterilizzato.

Mettere a bollire circa 400 g di zucchero con 600 ml d’acqua. Lasciare bollire 5 minuti e versare il liquido sulle percoche.

Assicurarsi che il liquido copra tutta la frutta e chiudere bene il vasetto. Una volta chiuso, immergerlo nell’acqua bollente per circa mezz’ora. Il vasetto deve essere coperto da almeno due dita d’acqua.

Togliere il vasetto, capovolgerlo e lasciarlo raffreddare in questa posizione.

Una volta freddo il vasetto, la frutta è pronta per essere consumata. Il vasetto chiuso si conserva per 2/3 mesi circa fuori dal frigorifero. Di più in frigorifero.

Fichi caramellati

Confessione: siamo drogati di fichi. Soprattutto quelli neri. Ma se ci sono quelli verdi ce li facciamo andar bene lo stesso. Ne mangiamo fino a farci venire il mal di pancia ogni santa volta. Impossibile darsi un freno. E giusto perché non siamo sufficientemente malati di fichi questa volta ci siamo messi ai fornelli per provare a farli anche caramellati. Ora dobbiamo lottare contro la glicemia…! Che dolce dipendenza… Provateli caramellati. Diventerete dipendenti anche voi. Benvenuti nel club…! 😛

 

Ingredienti (per 4 fichi grandi):

– 4 fichi neri maturi
-60g zucchero
– un pizzico di cannella
– 2 cucchiai di miele
– una spruzzata di cognac
– buccia grattugiata di mezzo limone
– 4/5 gocce di succo di limone
– buccia grattugiata di mezzo arancio

 

Preparazione: Pulire bene i fichi con un panno umido. Metterli in una pentola, posizionarli in piedi e versarci sopratutti gli ingredienti. Lasciare riposare per almeno una notte. Trascorso il tempo di risposo, mettere la pentola sul fuoco al minimo e cuocere per circa un’ora, fino a che lo zucchero non si è imbrunito e caramellato. Lasciare raffreddare. Sono pronti!

(Se volete metterli in un vasetto sterilizzato sottovuoto vi durano fino ad 8 mesi!)

Confettura (o marmellata) di pesche

Un altro modo (e che dura nel tempo) per cucinare queste pesche che crescono in abbondanza nel nostro giardino. Importante, prima di iniziare: la facciamo in modo totalmente naturale!! Nessun addensante, nessun conservante, solo frutta, zucchero e pochissimo altro! E sappiamo che si chiama confettura, ma abbiamo aggiunto marmellata tra parentesi perché sono in moltissimi a chiamarla così  : )

Confettura di pesche - Ingredienti

Confettura di pesche - Ingredienti

Read More »