I regali di Natale fai da te più belli

Cioccolata fatta in casaIn barba alle competizioni, alle rivalità e a tutte quelle cavolate per poveretti, io lo dico apertamente: ho una passione – nemmeno troppo segreta, visto che le commento qualsiasi cosa -, per Con le mani in pasta, il meraviglioso blog di Manuela. Trovo fantastico il modo in cui lavora, sono bellissime le sue fotografie, le ricette che fa. Purtroppo io e lei ci siamo viste una sola volta, forse due, ma posso dire con certezza che dentro al suo mondo web si rispecchia tutto il suo mondo reale: la sua bella casa, la campagna, i suoi figli, l’amore per le cose rustiche e concrete, per i sapori veri. Vi consiglio caldamente di andare a leggerla, se già non lo fate.

Quest’anno Manuela ha fatto una cosa bellissima: ha messo online una piccola pubblicazione sui regali di Natale homemade che è un gioiello. La trovate cliccando qui, alla fine di questo suo post: Homemade Christmas Gifts, la mia raccolta di Natale per voi

Con i suoi consigli potete preparare regali meravigliosi da distribuire agli amici, con ingredienti tutt’altro che impossibili da reperire, di facilissima esecuzione. Io stessa, con una delle sue ricette, ho preparato per gli amici dei piccoli barattoli per fare la cioccolata fatta in casa. Sono uno spettacolo!

Vi lascio la ricetta del preparato per cioccolata calda da fare in casa di Manuela: io l’ho messo in piccoli vasetti con chiusura ermetica, ci ho fatto un cartellino e l’ho legato con dello spago da cucina. Voi, però, fate a me un regalo di Natale: andate a sbirciare il blog di Manuela. Ve ne innamorerete.

 

Ingredienti (per 12 tazze):

  • 200g di cioccolato fondente 65%
  • 12 cucchiai di cacao amaro
  • 12 cucchiai di zucchero di canna
  • 16 cucchiaini di fecola di patate

Preparazione:

  1. Tagliare manualmente il cioccolato fondente
  2. Polverizzarlo nel mixer azionando la lama a intermittenza per evitare che il cioccolato si surriscaldi e quindi si sciolga.
  3. Aggiungere il cacao, lo zucchero, la fecola e mischiare bene tutti gli ingredienti.
  4. Distribuire nei vasetti.

Come preparare la cioccolata:

In un pentolino mettere 3 cucchiai di preparato. Stemperare con 150ml di latte, aggiungendolo poco alla volta e mischiando bene per evitare grumi. Far scaldare in un pentolino, a fuoco basso, e continuare a mischiare fino a quando la cioccolata si sarà addensata.

 

 

Come cuocere le castagne

Castagne al fornoAmo le caldarroste. Quelle fatte alla brace, che quando le sbucci ti lasciano tutte le mani sporche di nero.

Mi piacciono perché quelle mani sporche mi fanno tornare un po’ bambina, e amo sporcare il naso di mio marito con la fuliggine, perché le caldarroste ti scaldano quando fuori fa freddo e perché è bello condividerle con le persone che ami.

In mancanza di una bella brace, però, come fare? In nostro aiuto arriva il forno, che ci permette di ottenere delle buonissime castagne pur senza fuoco.

Ci sono tre metodi di cottura: in forno, bollite e al microonde. Io preferisco il primo perché così ottengo il risultato che è più simile alla classica caldarrosta ma se bollite le castagne potete ridurle in crema e poi farne dei dolci… che tanto male non è! Spazio alle prove e alla fantasia.

IN FORNO

Il procedimento è pressoché identico:

  1. Preriscaldare il forno, meglio se non ventilato, a 200°.
  2. Con un coltello, incidere le castagne sulla “pancia” in orizzontale.
  3. Far cuocere per 30 minuti circa a 200° (dipende dalla grandezza delle castagne).
  4. Toglierle dal forno e chiuderle subito dentro ad uno strofinaccio: si sbucceranno più facilmente.

L’alternativa, come vi dicevo, è quella di mettere precedentemente le castagne in ammollo in una bacinella d’acqua, non ancora tagliate, per circa due ore.

Ma non solo in forno, le castagne sono gustosissime anche in altri modi.

BOLLITE

  1. Con un coltello, incidere le castagne sulla “pancia” in orizzontale.
  2. Mettere in un pentolino, coprirle d’acqua fredda.
  3. Aggiungere sale e, a piacere, alloro e semi di finocchio.
  4. Cuocere dai 30/40 minuti (per le castagne piccole) a un’ora (grandi).
  5. Scolare e sbucciare subito.

AL MICROONDE

  1. Con un coltello, incidere le castagne sulla “pancia” in orizzontale.
  2. Mettere le castagne in una ciotola piena d’acqua per 10/15 minuti.
  3. Scolare le castagne e sistemarle sul piatto antiaderente del microonde o in un contenitore per microonde.
  4. Cuocere a 750w per massimo 3 minuti.
  5. Toglierle dal microonde e chiuderle subito dentro ad uno strofinaccio: si sbucceranno più facilmente.

Conservazione

Sapevate che le castagne si possono congelare? Incidetele sulla “pancia”, cospargetele con il sale e chiudetele in sacchetto gelo. Potrete godervi qualche castagna anche in estate!

 

Orecchiette pugliesi: video tutorial

OrecchietteCon i video sono un’imbranata, e quindi non ne faccio quasi mai. Ma in effetti ci sono preparazioni che sono troppo difficili da spiegare: bisogna mostrare come farle per capire. È il caso delle orecchiette, che grazie alla fantastica esperienza in Puglia di cui vi ho parlato qui ho imparato a fare!

Ecco finalmente quindi il video che vi mostra come fare le tanto amate orecchiette, e grazie ancora a Giovanni e Beatrice! Ma prima, la ricetta.

Read More »

Pasta fresca all’uovo

Pasta all'uovoChissà perché quando si pensa alla pasta fatta in casa si pensa a qualcosa di difficilissimo.

Io per prima, per svariati motivi, non mi ci ero mai messa a fare la pasta fresca. Pensavo fosse qualcosa di super complesso, che portasse via una marea di tempo. E invece no! La ricetta della pasta all’uovo è molto semplice. Se poi avete una planetaria, è davvero un gioco da ragazzi. L’unica cosa un po’ complicata è tirarla a mattarello (ma, anche lì, se avete la macchina per tirare la pasta vi ci vorrà un attimo!).

Read More »

Le pieghe di rinforzo per il pane

In ogni ricetta che preveda l’utilizzo di lievito madre ci ritroviamo a parlare di pieghe di rinforzo. Ma che cosa sono?
Sono delle piegature, appunto, che vengono fatte sugli impasti (per il pane ma non solo), e servono per dare forza e struttura al nostro lievitato.

Ne esistono di diverse tipologie ma tendenzialmente le più usate sono due: quella a fazzoletto e quella a portafoglio o piega a tre.
Per fare il pane e altri lievitati sono fondamentali. Ecco perché ho deciso di condividere con voi i miei preziosissimi appunti dove, con qualche disegnino, vi spiego come fare facilmente le pieghe.
Se alla prima volta vi sembrerà difficile, non preoccupatevi: basta prenderci la mano. Dopo un paio di impasti non avrete più nemmeno bisogno diguardare i miei scarabocchi.

Read More »

Pasta frolla: ricetta base

Pasta-frollaPasta frolla vuol dire tutto e vuol dire niente. Ci sono un sacco di ricette di pasta frolla, molto diverse tra di loro e che hanno utilizzi diversi: una va bene per i biscotti, l’altra va bene per le crostate, quell’altra ancora per altri tipi di torte… Questa mia ricetta è un ottimo passepartout per tutte le preparazioni. Adatta soprattutto alle crostate e ai frollini è friabilissima e non mi ha mai deluso.

Una piccola raccomandazione prima di inziare: la pasta frolla, di qualsiasi tipo essa sia, va lavorata velocemente! Soprattutto se fa caldo. Quindi rimboccatevi le maniche, dovrete essere velocissimi.

Read More »

La meringa perfetta

Avete mai provato a fare le meringhe? Noi innnumerevoli volte. E non credete che ci siano sempre uscite bene, anzi. Una volta son diventate scure, la volta dopo erano molli dentro, quella dopo ancora non si cuocevano sufficientemente bene… mica facile! Ma proprio per questo motivo è diventata una questione di principio. E così ci siamo messi a consultare manuali, blog, ricettari e ogni altra fonte di informazione esistente. Il risultato? Finalmente ottimo. Dall’insieme di tutti i consigli di tutto il web e non solo ne è nata la ricetta della Nostra meringa perfetta. Finalmente dolce, bianca e friabile al punto giusto. Munitevi di planetaria, con i consigli giusti farla è davvero una sciocchezza!

Read More »

Lievito madre: come prepararlo

Lievito madre

Lievito madre

Quella che vi proponiamo oggi, cari amici, è una vera sfida. Un esperimento per chi ha la passione per la panificazione. Oggi cercheremo di spiegare come fare il lievito madre. Una cosa tanto semplice quanto complicata. Basta un passaggio sbagliato, un grado centigrado in più tra le mura di casa per buttare via settimane di sforzi. Il lievito madre è una vera prova di coraggio, che richiede costanza e dedizione per settimane… Ma poi volete mettere la soddisfazione una volta riuscita l’impresa? Lievito fresco tutti i giorni per tutte le occasioni e naturale al 100 %!!

Read More »