Parte Da Zero la pizza del cilento che delizia Milano

Quante volte sentiamo di famosi ristoranti e pizzerie che dopo il successo del primo punto di ristoro aprono poi altre realtà sparse per il Paese? Non sempre il successo è assicurato. Non è il caso, però, della pizzeria Da Zero (via Bernardino Luini 9, a due passi da piazza Affari – www.cominciadazero.com) che ha aperto ormai da diversi mesi a Milano e che sta deliziando i palati della città.

Read More »

Un nuovo modo di uscire a cena: Café Gorille

«Café Gorille é un progetto nato e cresciuto tra amici, un locale pensato per chi ama incontrarsi, mangiare e bere bene, fare due chiacchiere e lavorare con altri».
Ecco, la recensione di questo posticino meraviglioso potrebbe finire qui. Si tratta di un modello di ristorazione a cui ci stiamo abituando ma di cui abbiamo tanto bisogno. Una sera io e Giada volevamo andare a bere qualcosa, ma anche evitare il classico happy hour-all you can-apericena e chi più ne ha più ne metta.

Non è facile. Ognuno ha esigenze e stomaci diversi e trovare una quadra in una serata come queste è tutto fuorché semplice. Grazie al cielo esistono però sempre più locali come Café Gorille, che possono essere un luogo per una colazione di lavoro, un pranzo, un aperitivo, una cena o dove bere semplicemente un drink aspettando la chiusura.

Appena ci sediamo, notiamo una grande dote di questo “non ristorante”: la gentilezza e i sorrisi di tutto il personale, un ricordo che non stanca mai. Perché in fondo usciamo a cena per tornare a casa con un sorriso in più.

Café Gorille polpo

Read More »

La storia dell’hamburger che in foto non rendeva: Burger Wave

Burger Wave esterni

Il titolo, lo so, è un po’ metafisico. Ma quando insieme al mio stomaco ho dovuto scegliere quale sarebbe stato il prossimo hamburger che avrei dovuto assaggiare, io non avevo un buon presagio dell’hamburger del Burger Wave, devo dirlo. Già, perché vi sembrerà pazzesco ma quando devo scegliere un ristorante, mi affido a Tripadvisor, Google immagini e al sito del ristorante/fast food, e le foto non mi facevano impazzire, anzi. Poi il tanto parlare che si faceva mi ha fatto decidere per andare finalmente a provarlo nella sede a me più comoda, quella di Porta Ticinese: il Burger wave Colonne (www.burgerwave.it).

Read More »

Ode all’Hamburger Burrata di Baobab Burger Organico

Hamburger burrata

Hamburger burrata

L’amore, si sa, ha mille forme e colori: c’è chi ama il proprio animale da compagnia, c’è chi sposa se stesso (come si è sentito qualche giorno fa qui in Italia) o semplicemente ama un’altra persona. Io non giudico nessuno. Anche perché io vivo un amore sopra le righe: ebbene sì, sono innamorato dell’hamburger burrata di Baobab Burger Organico (facebook.com/BaobabBurgerOrganico). Sì avete capito bene, innamorato. Perché quando proverete per la prima volta l’effetto che un’ottima burrata fa insieme ad un hamburger, non vorrete mai più tornare indietro.

Read More »

Brera e la cucina tradizionale milanese di Nabucco

nabucco-milano-esternoTrovare un ristorante di cucina tradizionale milanese non è facile in questa città in continua evoluzione culinaria. Più facile, magari, trovare qualche trattoria storica di provincia che offra dei menu dedicati, ma se state venendo nella città della madunina e state cercando un posto dove andare a mangiare leggete qui.

Read More »

Lovster & co: mangiare l’astice non è più un lusso

lobster-roll-lovsterQuando si prova un ristorante si cerca di capire quale sia la sua particolarità, quel tratto che lo renda unico e speciale. Non è sempre facile individuarlo in molti locali ma per farlo da Lovster & co (www.lovster.it) è bastato sedersi al tavolo e sfogliare il menu.
Pochi piatti, pochi fronzoli, massima qualità per le materie prime: sono regole che andrebbero incise su pietra e consegnate ai ristoratori di tutto il mondo per avere una formula di base per fare successo.

Read More »

Zia Esterina: dove mangiare la vera pizza fritta napoletana a Milano

Esterno dell'Antica Pizza Fritta - Zia Esterina Sorbillo

Esterno dell’Antica Pizza Fritta – Zia Esterina Sorbillo

Arriviamo finalmente da Zia Esterina, la famosa pizzeria aperta da Gino Sorbillo alle spalle del Duomo e di Spontini. È il secondo punto vendita aperto dall’eclettico pizzaiolo napoletano, diventato famoso a suon di impasti con pasta madre e ospitate in TV. Questa seconda pizzeria ha una particolarità: fa solo “pizze fritte” che spesso, a torto, vengono anche chiamati panzerotti fuori dai confini campani.
Vi state chiedendo il perché del nome? Perché in origine questa pizzeria, a Napoli, era di Esterina Sorbillo “a signora re pizze fritte“, zia di Gino Sorbillo, che prima ha riaperto il locale a Napoli e ora cerca di esportarla anche a Milano.
Siamo andati a provarla dopo che per una vita abbiamo mangiato pizze fritte nei vicoli di Napoli e preparate al momento da “mammà”, quindi il nostro palato è davvero critico.
Dobbiamo dirlo: Zia Esterina fa una buona pizza fritta, soprattutto se raffrontata al suo prezzo. Tutte le pizze fritte presenti costano 3,50 €, davvero poco considerato che con una sarete sazi.

La pizza fritta di Zia Caterina a Milano

La pizza fritta di Zia Caterina a Milano

Il locale, che non ha posti a sedere, è molto semplice: si ordina, si aspetta che venga chiamato il proprio numero presente sullo scontrino ed ecco che vi viene data la vostra pizza da portare via. La coda può spaventare ma i pizzaioli presenti sono molto veloci e bravi e nel mio caso una decina di persone prima di me sono state tutte servite in una decina di minuti, un’attesa che viene poi ripagata. La frittura è la cosa migliore: la pizza non risulta unta, si digerisce facilmente, sazia ma non appesantisce.

Promossa a pieni voti allora? Purtroppo no. Perché la pizza, seppur d’asporto e quindi indubbiamente preparata con questa filosofia, è un po’ vuota al suo interno. Prima di arrivare ad assaggiare il ripieno tocca arrivare quasi a metà calzone fritto, quasi stufi di mangiare solol’impasto vuoto.
Però bisogna dire che a quel prezzo saremmo sorpresi di avere un panzerotto che scoppia di mozzarella di bufala o salame, siamo sinceri.

Come dicevamo le pizze fritte in menu sono 4, tutte preparate con farina tipo 0 e gli ingredienti sono i classici della pizza fritta: provola di bufala, ricotta di bufala, pomodori biologici San Marzano dop, cicoli, salame napoli, prosciutto cotto. Noi abbiamo provato quella con il salame e quando si arriva al ripieno la promozione è a pieni voti, giudicate anche voi, da questa fotografia qui:

Il ripieno della pizza fritta di Zia Caterina

Il ripieno della pizza fritta di Zia Caterina

Antica pizza fritta – Zia Esterina Sorbillo, via Agnello 19, Milano

Flower Burger, la veganburgheria che piace anche ai carnivori

flower-burgerOltre alla carne c’è di più.
Una volta tanto parliamo di hamburger che non sono a base di carne ma che meritano comunque attenzione. Sono quelli del Flower Burger – veganburgheria (www.flowerburger.it), panini ben fatti e con un prezzo interessante per chi vuole provare qualcosa di diverso e buono o per chi, più semplicemente, è vegano.

Read More »

Tizzy’s N.Y. Bar & Grill: promosso ma non troppo

Gli hamburger sono una cosa seria e Milano è forse una delle città più attente e che offre maggiore scelta per un panino di qualità. Per questo quando vado a provarne uno sono molto esigente, lo ammetto. Sono andato a provare Tizzy’s N.Y. Bar & Grill, visto che spesso appare nelle più diffuse classifiche che parlano di hamburger a Milano, però… Però non è così fantastico.

Read More »